Kala Namak: e dimenticherai tutti gli altri sali!


"Esistono davvero molte varietà di sale nero, provenienti da diversi posti. Per alcuni la colorazione nera è naturale, invece per altri, come il sale nero di Cipro, è la combinazione di elementi. Ma il vero Sale Nero da amare è il Kala Namak"

Dopo il sale rosa dell'Himalaya, le cui proprietà sono state a lungo decantate, è arrivato il momento di scoprire il Kala Namak, un sale nero indiano, noto anche come sale dei vegani, il cui caratteristico colore scuro è accompagnato da intenso odore di zolfo.


Chi crede che il sale sia più o meno tutto uguale in ogni parte del mondo, si sbaglia. In Asia esistono almeno due straordinari tipi di sale colorato che possono aggiungere un tocco raffinatissimo ai vostri piatti, curando tuttavia le proprietà che questo può apportare alla nostra salute.


Il Kala Namak è noto anche come sale nero dell'Himalaya. Nasce nero di suo e ha un odore e sapore pungente per la presenza, come accennavamo prima, di zolfo e altri elementi che a volte lo rendono viola scuro. Utilizzato anche nella Ayurveda, è ricco di proprietà. In India e Pakistan è popolarissimo e facilmente reperibile, considerato quasi una spezia!


La medicina Ayurvedica indiana lo consiglia per aiutare a risolvere problemi legati all’apparato digerente come stipsi, indigestione, bruciore di stomaco, gonfiore addominale. Ha proprietà lassative e viene utilizzato anche nella produzione di dentifrici, in combinazione con altri ingredienti vegetali. Inoltre, viene inserito nelle diete di chi segue un regime alimentare a basso contenuto di sodio a causa dell’ipertensione


Al Kala Namak vengono attribuite molte proprietà, tra cui:

  • abbassare il colesterolo;

  • è ricco di ferro e a differenza del sale comune non aumenta il contenuto di sodio nel sangue;

  • aiuta la digestione ammorbidendo l’intestino

  • aiutare a contenere i sintomi dell’artrite;

  • aiuta la vista;

  • utile contro l’impotenza (detto nel paese del Kamasutra, forse dobbiamo crederci);

  • benefico contro la stitichezza;

  • smorza l'acidità gastrica;

  • ottimo del sale bianco durante le diete perché causa meno ritenzione idrica.

Un'altra proprietà molto interessante è che aiuta a produzione di serotonina e melatonina (quindi, buoni sonni e buonumore).


Ma non è finita qui! In caso di insufficienza respiratoria è possibile scioglierlo nell'acqua per eseguire suffumigi. Scaldato bene in una pentola lo si può versare in una pezza e metterlo sul corpo se si soffre di dolori articolari o muscolari.


Possiede un odore molto particolare come anticipato, che lo rende diverso da ogni altro tipo di sale, proprio grazie alla presenza di Zolfo. Ma d'altra parte è anche uno dei motivi per cui ha particolari proprietà curative. Finemente tritato infatti, può essere utilizzato come scrub leggero per purificare la pelle o come sale da bagno allo stesso scopo.


Insomma, non vi resta che provarlo!

Io lo sto sperimentando in diversi modi, uno ve l'ho proposto nel precedente articolo in una ricetta Ayurvedica per aumentare Agni, il fuoco digestivo. >>> Leggi l'Articolo


Namasté

Anna

48 visualizzazioni0 commenti

Sedi:

Via Ponte del Vado 21, Cordenons (PN)

Via Einaudi, 7 Prata di Pordenone (PN)

© 2020 by Yoga Studio Equilibrium

  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube
  • Black Facebook Icon