Metalli pesanti: come li accumuliamo e come liberarsene



"Smog, aria, acqua (pioggia acida, avvelenamento di mari, fiumi, laghi e corsi d'acqua), cibo (per esempio il mercurio contenuto nel pesce), farmaci, tabacco, cosmetici, vernici, vestiti, oggetti d'uso comune: ecco come ci si può intossicare con i metalli pesanti."


Alcuni "metalli pesanti", minerali ed oligoelementi, - la classificazione in sé è abbastanza complessa, in quanto non esiste una definizione universalmente accettata basata sulle proprietà chimico-fisiche - come per esempio rame, selenio, zinco, sono essenziali per mantenere il metabolismo del corpo umano ma a dosi più alte possono portare ad avvelenamento.

Tuttavia, tra i metalli pesanti con cui si convive quotidiamente, possiamo classificare:  

  • mercurio;

  • arsenico;

  • piombo;

  • cadmio;

  • alluminio;

  • nichel.

Ma cosa accade nel corpo umano quando esposto alla presenza di metalli pesanti? Piano piano questi metalli si accumulano e l'organismo non riesce più ad espellerli attraverso normali processi di detossinaggio ed epurazione.

In caso di accumulo, se non si fa uso di sostanze chelanti, in grado cioè di catturare il metallo pesante e trasportarlo fuori dall'organismo, la probabilità che questi diventino un serio pericolo per la salute, intossicando cervello, fegato, ossa e reni, è sempre più elevata.


Sintomi da intossicazione da metalli pesanti e diagnosi

Tra i sintomi principali si annoverano: stanchezza, spossatezza, nausea, diarrea, mal di testa, mal di stomaco, sudorazione abbondante, eccessiva magrezza, anemia, problemi alla pelle e ai capelli, allergie, disturbi respiratori, che includono irritazioni a naso, occhi e alla mucosa in genere e, nel caso di un considerevole accumulo, sapore di metallo in bocca.

Nei casi più gravi si arriva a danni al sistema nervoso centrale, circolatorio, scheletrico e cardiaco, portando anche gravi patologie come cancro, Alzheimer, arterioclerosi, come certe ricerche e studi hanno nel tempo dimostrato.


Cosa fare?


  1. Innanzitutto innescare un processo di educazione o rieducazione al corretto vivere quotidiano, prestando attenzione e mettendo in atto alcuni accorgimenti che possono sembrare banali ma non lo sono affatto:

  • Aumentare il consumo di alimenti ad origine Biologica

  • Evitare il consumo di alimenti industriali, pieni di additivi, coloranti, conservanti o altre sostanze non naturali.

  • Inserire nella propria dieta sostanze chelanti (ossia in grado di eliminare in modo naturale i metalli pesati in eccesso), come ad esempio le foglie di coriandolo, la curcuma, lo zenzero, l'aglio e in linea generale gran parte delle spezie se opportunamente miscelate.

  • Durante l'anno, ciclicamente, utilizzare integratori ad azione chelante come l'alga clorella e lo zeolite (in fondo all'articolo ne spieghiamo i benefici)

  • Evitare cosmetici che contengano sostanze chimiche o metalli, optando per prodotti naturali (imparate a leggere le etichette), con un'attenzione particolare anche per i prodotti di igiene personale e della casa.

  • Curare il proprio intestino: come ben sappiamo, l'intestino è il nostro principale "campo di battaglia", è bene quindi prendersene cura facendo almeno una volta all'anno una detox intestinale (possibilmente rivolgendosi ad un consulente specializzato). Tieni presente che in caso di stitichezza il tuo intestino accumulerà tossine e quindi anche metalli pesanti. Puoi pensare ti tenere sempre in casa una tisana di erbe dall'effetto leggermente lassativo così da evitare accumuli.



Tutto sull'alga Clorella

La clorella(Chlorella), o alga clorella, è una microalga unicellulare che vive nelle acque dolci. È considerata un’alga utile per disintossicare l’organismo dato che favorisce l’espulsione delle scorie e contrasta l’accumulo di metalli pesanti. In particolare contiene vitamina A, vitamina C, vitamine del gruppo B e vitamina E che nel loro complesso favoriscono il corretto metabolismo dell’organismo, sono benefiche per la vista e aiutano a contrastare l’invecchiamento precoce e l’azione dei radicali liberi.

La clorella è utile per rafforzare le difese immunitarie dell’organismo e per aiutarlo a depurarsi, in particolare dai metalli pesanti. Il suo contenuto di clorellina conferisce all’alga clorella un’attività antibiotica. La clorella è ricca di clorofilla ed è considerata uno degli alimenti ricostituenti più indicati per supportare il sistema immunitario. L’alga clorella, insieme al coriandolo (foglie fresche), viene utilizzata soprattutto perrimuovere gli accumuli di metalli pesanti in modo naturaledal nostro organismo.

Gli effetti disintossicanti della clorella sono così potenti da risultare efficaci nella depurazione delle acque inquinate. La clorella però non è soltanto un rimedio naturale per disintossicarsi. Infatti aiuta a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire le infezioni batteriche e virali, compreso il raffreddore. Aiuta nella depurazione del sangue, del fegato e dell’intestino. Nell’intestino contribuisce alla formazione di una flora batterica buona.  


Quella che proponiamo qui sotto è un'ottima soluzione in capsule (ne esistono formulazioni in polvere ma la clorella non ha un buon sapore), con un ottimo rapporto qualità/prezzo. 



Tutto sulla Zeolite

Conosciuta anche come “lo spazzino dell’organismo” la zeolite è un minerale di origine vulcanica apprezzato in particolare per la sua struttura microporosa che gli conferisce la capacità di catturare le sostanze dannose che circolano nel nostro corpo in modo da favorirne lo smaltimento attraverso gli organi emuntori.

La zeolite, assunta per via interna ma anche utilizzata esternamente, offre diversi benefici:

  • Assorbe tossine, metalli pesanti e pesticidi: questo minerale, grazie alla struttura cristallina a carica negativa, assorbe i cationi, ovvero le sostanze che hanno carica positiva, tra cui appunto tossine e metalli pesanti.

  • Non viene metabolizzata dal corpo: importante sottolineare che la zeolite non solo non è tossica ma non viene neanche assorbita dall’intestino e dunque l’organismo la espelle insieme a tutto ciò che è stata in grado di catturare grazie alle reazioni chimiche che produce.

  • Antiossidante: la zeolite ha doti antiossidanti, aiuta dunque il nostro organismo a contrastare l’azione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

  • Aumenta la resistenza fisica: assumere zeolite consente di diminuire il senso di stanchezza, ridurre l’acido l’attico, favorire la concentrazione e aumentare la resistenza dell’organismo allo stress fisico. Per questo si tratta di un integratore molto amato dagli sportivi e consigliato anche a studenti che devono affrontare esami.

  • Agisce sull’ansia e la depressione: c’è chi nota gli effetti benefici di questo minerale anche sull’ansia e la depressione nei casi in cui queste siano provocate dalla presenza nel corpo di troppi metalli pesanti, pesticidi o tossine.

  • Aiuta in caso di problemi dermatologici: applicazioni esterne di zeolite possono essere consigliate a chi soffre di dermatite, psoriasi e altri problemi della pelle.

  • È ricca in minerali: come già detto, la zeolite non viene assorbita ma in cambio dei metalli pesanti, tossine e pesticidi che cattura è in grado di cedere sostanze utili all’organismo tra cui diversi sali minerali (potassio, magnesio, calcio, ecc.)

  • Aiuta il sistema immunitario: grazie al suo lavoro depurativo e alle sostanze in essa contenute, la zeolite è un rimedio naturale immunostimolante.

  • Sostiene durante le cure antitumorali: c’è chi utilizza la zeolite anche in concomitanza delle più note cure per il trattamento del cancro (chemio e radioterapia). Da una parte questo minerale sarebbe in grado di potenziarne l’attività, dall’altra andrebbe ad indebolire anche le cellule tumorali.


Clorella e Zeolite: una combinazione vincente

Assunti assieme (la Clorella durante l'arco della giornata e la Zeolite la sera), lavorano in combinazione in modo profondo ed efficace. Mentre la prima ha la capacita di purificare l'organismo dai metalli pesanti, mettendoli in circolo per espellerli, la Zeolite li assorbe trattenendoli. Assunti in combinazione sono l'ideale per fare un periodo di chelazione periodico.



Tisana per l'Intestino

Come abbiamo già detto è fondamentale mantenere l'intestino al massimo del suo funzionamento. Una buona strategia è quella di tenere sempre a portata di mano una Tisana di erbe Biologiche con un leggero effetto lassativo, da assumere al momento del bisogno. È importate comprendere che una buona educazione al Benessere prevedeva particolare attenzione quotidiana alla prevenzione e alle buone abitudini.



Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il Sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali razioni sconsiderate.

79 visualizzazioni

Sedi:

Via Ponte del Vado 21, Cordenons (PN)

Via Einaudi, 7 Prata di Pordenone (PN)

© 2020 by Yoga Studio Equilibrium

  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube
  • Black Facebook Icon