Quello che devi sapere sul mal di testa

Aggiornato il: mag 28




“Difficile trovare una persona che negli ultimi due mesi non abbia fatto uso di aspirine, ibuprofene (moment), aulin (farmaco pepato-tossico già vietato in molti paesi) o simili.

Il mal di testa è quindi un problema che porta a consumare farmaci con regolarità. Ma ciò che è importante capire è che il mal di testa non è normale averlo solo perchè ce lo hanno tutti…



Il mal di testa è la manifestazione di un altro problema più o meno nascosto. Per risolvere il problema del mal di testa è necessario lavorare su ciò che lo provoca. 

Prima di tutto è necessario distinguere le varie tipologie di mal di testa:

Riconosci il tuo mal di testa per risolverlo alla base!

Nella stragrande maggioranza dei casi il mal di testa viene provocato da 5 fattori basilari:

  1. Problemi di cervicale

  2. Problemi intestinali

  3. Problemi al fegato

  4. Problemi ai denti

  5. Catarro

Ognuna di queste cause scatenanti provoca un mal di testa diverso:

  1. Se si tratta di un mal di testa provocato da problemi cervicali si sentirà in genere dolore alla base della nuca, spesso da un solo lato. Un dolore palpitante che man mano che aumenta si estende fino ad arrivare fin dentro all’occhio seguendo una linea che unisce la base della nuca con l’occhio.

  2. Se si tratta di un mal di testa provocato da problemi intestinali invece il mal di testa in genere sarà invece meno localizzato, si avrà la testa pesante, il classico cerchio alla testa, ma anche dolori laterali a seconda dei casi (scopriremo più avanti che l’intestino può influenzare anche il fegato e la cervicale…)

  3. Se si tratta di problemi al fegato il mal di testa potrà essere simile a quello generato dai problemi intestinali , ma anche simile a quello generato da problemi cervicali in quanto il fegato può influenzare la cervicale

  4. Se si tratta di problemi ai denti (denti devitalizzati vecchi, denti che non trovano lo spazio per nascere, denti cariati etc.) il mal di testa potrà essere molto intenso e molto localizzato, si potrà anche provare la sensazione di avere la testa in una sorta di morsa. In genere, ascoltandosi bene si potrà individuare come un leggero filo che collega un punto della mascella alla zona del dolore, come se da quel punto provenissero dei piccoli impulsi ad alimentare il mal di testa

  5. Se si tratta di un problema di catarro invece il mal di testa sarà localizzato per lo più sulla fronte, ai lati alti del naso e sotto l’arcata sopraccigliare superirore

Ora che abbiamo visto come capire da dove nasce il mal di testa, vediamo come affrontarlo nei diversi casi:

Mal di testa da cervicale: prima cosa da sottolineare, la cervicale molto spesso viene influenzata dalle condizioni del fegato che viene a sua volta influenzato dalle condizioni dell’intestino. Per questo quando si hanno problemi di cervicale è essenziale lavorare anche sull’intestino. Detto questo ecco alcuni suggerimenti per affrontare il problema della cervicale:

– Prendere circa 700 grammi di sale grosso da cucina, scaldarlo in una pentola (attenzione, meglio non utilizzare più quella pentola per cucinare…), metterlo all’interno di un asciugamano o di un sacchetto di stoffa e posizionarlo sulla base del collo, sul trapezio o sulla schiena, in base a dove è localizzato il maggior dolore. ATTENZIONE: Mai posizionarlo sopra alla nuca sula testa. Si può ripetere più volte al giorno.

​Sottoporsi a una serie di massaggi da un operatore specializzato

Mal di testa da problemi intestinali: si tratta del tipo di mal di testa più diffuso, del quale spesso non si riconosce la causa e si continua ad assumere farmaci per tutta la vita. Per risolverlo il modo migliore è ripulire in modo ottimale l’intestino dai parassiti e ricostruire la flora batterica.

Mal di testa da problemi al fegato: i problemi al fegato derivano nella maggioranza dei casi da problemi all’intestino, riportando l’intestino in ottime condizioni, il fegato si aggiusterà di conseguenza, valgono quindi i suggerimenti dati nel punto precedente. Per aiutare ulteriormente il fegato sarà possibile assumere una tisana a base di cardo mariano, tarassaco, fumaria e boldo. un litro da bere durante tutto l’arco della giornata. 

Mal di testa da problemi ai denti: Si può presentare in caso di denti devitalizzati vecchi (da 5 anni in su) denti del giudizio che provano a nascere, carie, infezioni orali. In questo caso una visita dal dentista è la cosa migliore da fare. Da casa è possibile seguire  la pratica dell’oil-pulling

Mal di testa causato da catarro: la prima cosa da fare è imparare a soffiarsi il naso  per evitare il più possibile il problema. (Leggi l'articolo sulla Jala Neti)

– Per liberarsi dal catarro poi è possibile fare dei sumifigi o suffimigi con olio essenziale di pino mugo e olio essenziale di timo, ecco come si procede: si prendono due litri di acqua e si scaldano fino a portarli a 80-85 gradi, si mette l’acqua in una ciotola, si aggiungono 3 gocce di olio essenziale di pino mugo e 1 goccia di olio essenziale di timo (è importante che gli oli essenziali utilizzati siano di ottima qualità per ottenere buoni risultati), ci si posiziona sopra alla ciotola e si copre la testa con un asciugamano. Respirare a fondo per almeno 5 minuti. Da ripetere anche 2-3 volte al giorno.

Come sempre è essenziale l’alimentazione, il mal di testa può essere provocato anche da molti additivi alimentari, cattive abitudini, tossiemia. 


Leggi Anche:


Metalli pesanti: come li accumuliamo e come liberarsene



Potrebbe interessarti



NOTA BENE: I consigli contenuti in questo articolo sono consigli generali di base, e non certo completamente esaustivi, si invita ogni persona a verificarli nelle opportune sedi.

0 visualizzazioni

Sedi:

Via Ponte del Vado 21, Cordenons (PN)

Via Einaudi, 7 Prata di Pordenone (PN)

© 2020 by Yoga Studio Equilibrium

  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube
  • Black Facebook Icon