top of page

Approfondimento sui Chakra (e Ayurveda)



È lì, nel nostro Centro, che ha origine il nostro star bene e il nostro star male..."

Nello stato di risveglio, si rivela la capacità della Coscienza di percepire e riconoscere ogni strato di realtà.

Queste potenzialità evolutive esistono nel nostro corpo fornendoci le domande, le chiavi e le interpretazioni stesse.


Oggi vediamone un punto di vista diverso...


Si sente continuamente parlare del sistema dei 7 Chakra e della forma di energia latente di questi centri; la maggior parte dei moderni metodi di guarigione che operano sui chakra, mettono l'enfasi su metodi esterni come l'utilizzo di pietre, suoni, guarigioni vibrazionali e quant'altro.

Spesso questo porta l'attenzione a qualcosa che si trova all'esterno o comunque ad un punto da raggiungere: per evolvere devo migliorare questo o quello...


Evolvere significa stare: stare dentro te stesso/a, nella perfezione di questo istante, di questa situazione che stai vivendo, in questo respiro che stai compiendo ora grazie (e per mezzo) del tuo corpo e della sua intelligenza che ti guida.


Ecco che i tuoi centri energetici ti comunicano...



Anticamente era una questione molto seria la presa di auto-conoscenza di sé attraverso il sentire del proprio corpo e, questo si può esplorare, grazie alla fusione Spirituale/medica osservandola anche dal punto di vista ayurvedico...


I Chakra sono importanti nel processo di guarigione ayurvedica, soprattutto quando ci si riferisce al prana e alla mente che operano servendosi di essi. I Chakra governano e guidano il corpo fisico da un livello più profondo del sistema nervoso.

Da questa prospettiva il sistema dei 7 Chakra si suddivide in 3 zone principali.

Sappiamo che i 3 Chakra superiori sono sede della Luna (o regione del soma), i 3 Chakra inferiori (triplice Kanda o Bulbo) costituiscono la sede del Fuoco. Il Chakra del cuore (o centro energetico centrale) è il mediatore dei due gruppi di 3 Chakra ed è regione del Sole. Esso diffonde la luce del Fuoco e riflette la luminosità della Luna.


I 3 Chakra inferiori sono quelli che riflettono maggiormente, per mezzo dei Dosha, le funzioni fisiche legate alla salute, il Chakra centrale riflette le questioni legate alle emozioni, mentre i 3 Chakra superiori riflettono le questioni legate alla spiritualità.


Esistono quindi 3 livelli in cui operare relativamente alle questioni fisiche, mentali e spirituali ma, la cosa più importante e interessante, è la comprensione che la maggior parte di ciò che ci disturba, avviene per mezzo delle perturbazioni che hanno origine dagli Elementi (di cui sono composti i Dosha o bio energie) nel gruppo dei 3 Chakra inferiori.


Questo fa parte di uno strato di realtà, necessaria per lo sviluppo in termini di esperienza, ma che pur sempre rappresenta un solo strato...


Mentre il gruppo dei 3 Chakra superiori ci parla della visione spirituale dove possiamo ri-conoscere il nostro Centro che è al di sopra di queste perturbazioni e che è la vera origine del nostro star male e star bene. Da lì possiamo accedere ad altri strati di realtà e crearne di nuovi.


Il corpo causale è la mente più profonda, sublimale o interiore, al di là della forma e delle sensazioni. Ed è il corpo causale che genera energia magnetica che crea forza elettrica del corpo sottile. A sua volta questo forza crea uno strato che si addensa nella forma fisica.


Il corpo causale risvegliato e funzionante in maniera conscia diventa il campo di supercoscienza che opera al di là degli strati di realtà limitata.


Ecco perché lo STARE è la chiave. Semplicemente perché si tratta del tuo potere, della tua percezione e della tua facoltà personale di creare la tua realtà.


Namasté




66 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page