Primavera e Ayurveda



Come affrontare al meglio la Primavera per trarre il massimo da questa bellissima stagione?

Adoro la Primavera, non solo per il risveglio della natura, ma anche per la metafora di vita che porta con sé. È senza dubbio un momento magico che rappresenta una transizione sia fisica, che emotiva e mentale.


In tutta l'India la Primavera è molto sentita e si festeggia con il Festival dei Colori che è una celebrazione che coinvolge tutti;



questo Festival si chiama Holi ovvero "Brucia", in onore di un falò che viene acceso in luna piena, a simboleggiare lo spirito malvagio che brucia sotto la luce di una nuova Consapevolezza, per finire con il lasciarsi andare a canti e balli, diventando dei veri e propri "arcobaleni umani".


Questo rafforza il potere che i colori possiedono su noi simbolicamente e di quanto abbiamo bisogno di ricordarcelo, celebrando quotidianamente la vita, la bellezza e la saggezza della Natura, anziché lasciarci trascinare dalle energie basse delle notizie depotenzianti a cui doniamo forza attraverso la nostra attenzione.


Ma a proposito di colori, il colore dominante della Primavera è il giallo e ce lo ricorda proprio tutto il fiorire di giallo che, via via che la stagione si manifesta, ci inonda. Secondo la dottrina dei segni, il giallo è collegato al fegato e quindi Madre Natura ci suggerisce di pulire questo organo...


Ma vediamo assieme come trarre il meglio da questa stagione che vede il Dosha Vata felice, il Kpaha un po' appesantito e il Pitta tranquillo... almeno per la prima metà!


La primavera come stagione viene chiamata Vasanta e io trovo che sia un termine bellissimo perché significa brillante o ciò che brilla, ma può anche essere interpretato come ciò che spazza via; il che è interessante se consideriamo la ruota delle stagioni come un perfetto continuum degli Elementi che si muovo.


Cosa spazziamo via quindi? Spazziamo via il freddo (Vata) e la cupezza (Kapha) che hanno caratterizzato l'inverno, in termini di Elementi appunto. Del resto, anche chi non si interessa di Ayurveda o comunque di alternative naturali, sa che durante la Primavera molta gente soffre di vari disturbi come raffreddore, allergie, riniti, mal di gola eccetera, ma non tutti sanno che Charaka aveva ben descritto tutto questo:


Il Kapha che viene accumulato durante durante il periodo freddo, inizia a sciogliersi aumentando anche di volume e, se non concorriamo attraverso la sua eliminazione, finirà per indebolire il potere di Agni con tutte le conseguenze del caso.


Se vuoi conoscere la migliore ROUTINE AYURVEDICA per la Primavera, clicca qui sotto per ascoltare su Spotify l'Episodio dedicato:




Data l'importanza di questa stagione, del potenziale che racchiude, più energia abbiamo e meglio è, infatti in genere la gente si lamenta di avere più sonno e di essere più pigra in questa stagione e questo accade perché non adotta le giuste strategie!


Se praticherei la Routine Ayurveda e in più ti dedicherai alla pulizia del corpo, vedrai che questo non accadrà anzi, ti sentirai più vigoros* e motivato.


Goditi la Primavera

Namasté

Anna





35 visualizzazioni0 commenti